Micaela Tommasi

Identità visiva nei contenuti | Blog | Mydoggymedia.com

Identità visiva nei contenuti: cos’è e dove inserirla

Cos'è l'identità visiva nei contenuti

L’identità visiva nei contenuti è l’insieme degli elementi grafici e visivi che li rende unici e riconoscibili.. Può agevolare il fruire del contenuto o semplicemente renderlo più piacevole. Lo scopo del graphic design è proprio quello di facilitare l’uso e la comprensione delle cose. Visto che i contenuti rappresentano il mezzo per comunicare, è importante impostare una buona identità visiva applicabile ad essi non solo per l’aspetto estetico del tuo profilo, ma anche per valorizzarli ed ottenere risultati migliori. 

Parti da una palette personalizzata di colori

Per prima cosa ti suggerisco di scegliere o creare una palette di colori personalizzata. Come fare? Pensa a cosa vuoi che trasmetta il tuo profilo per scegliere il colore di partenza. Esiste infatti un aspetto psicologico dei colori: a questo proposito trovi qui sotto la tabella che indica le caratteristiche dei colori principali. Da qui cerca gli abbinamenti con altri colori che possono essere complementari, analoghi o in scala monocromatica. Il mio consiglio è di aiutarti andando semplicemente a scegliere una palette che ti piace sul mio tool preferito: Coolors.co. Qui troverai un sacco di ispirazioni ed è una gioia vera per gli occhi!! In alternativa hai anche la possibilità di creare una palette da una tua foto che ti rappresenta o con i colori ricorrenti dei luoghi in cui sai già che scatterai di frequente le foto per i tuoi contenuti.

La psicologia dei colori

Scegli un font e un'immagine del profilo o logo in palette

A questo punto è il momento di scegliere i font ossia i caratteri con cui andrai a comporre la parte testuale sui contenuti in grafica. La tipografia è fondamentale perché aiuta nella leggibilità e anch’essa agisce sulla riconoscibilità del tuo personal brand. Il mio consiglio qui è di scegliere al massimo due font, uno per i titoli ed uno per il corpo del testo oppure lo stesso font ma con grandezza e peso diversi ad esempio il titolo in bold – grassetto – e copro del testo light – normale. Poi la parola d’ordine è “less is more” : meno scrivi meglio è. In grafica lo spazio vuoto intorno ha una funzione importantissima perché agevola la lettura quindi no muri di testo, occhio all’allineamento e alla gerarchia, ossia alla grandezza dei caratteri in ordine di importanza e lettura.

Identità visiva sui social: ecco dove inserirla

Ora che ti sei fatta l’abito ecco dove indossarlo:

nella foto profilo: fai in modo che sia in palette con i tuoi colori, altrimenti ritagliala e metti come sfondo il colore principale della tua palette. Il mio consiglio: se il profilo è del tuo cane metti la sua foto, se sei un professionista puoi mettere una foto insieme al tuo cane, se sei un’azienda il tuo logo
nelle copertine delle storie in evidenza, dove spieghi chi sei, i tuoi servizi, cosa dicono di te e i tuoi consigli
nei tuoi contenuti in grafica come caroselli, citazioni, check-list o infografiche  Inserendo dei contenuti in grafica ti suggerisco di decidere quale struttura dare al feed in modo tale che la sequenza dei contenuti generi armonia.

Identità visiva e fotografie: salva il tuo preset

Un’ultima considerazione sull’identità visiva riguarda i contenuti fotografici. Anche in questo caso si può personalizzare e allineare uno stile che renda immediatamente riconoscibile il tuo profilo attraverso i preset, ossia delle correzioni che conferiscano alle tue foto una certa armonia. Il mio consiglio: se non lo hai già fatto scarica l’app di Lightroom sul telefono! E resta sintonizzata perché sarà uno dei prossimi argomenti che tratterò! 😉

Se cerchi ispirazione

Parola d’ordine Pinterest! Qui troverai idee incredibili sul feed, sulle grafiche e tanto altro! Il mio consiglio: non guardare troppo i profili degli altri su Instagram perché potrebbe avere un effetto più “paralizzante” che altro. Inizia a sfogliare i template su Canva piuttosto e a metterci mano inserendo la palette di colori che hai scelto: basta copiare i codici esadecimali dei colori ed è fatta!
E se hai un cane non puoi proprio perderti il prossimo articolo perché entreremo nel dettaglio su come creare una palette che stia bene con i colori del tuo cane!!
Se invece vuoi semplicemente chiedere il mio aiuto, ti ricordo che ho riservato per te una call gratuita!