Micaela Tommasi

Storytelling con il cane: 3 ragioni per cui farlo | Blog | Mydoggymedia.com

Storytelling con il cane: 3 ragioni per cui dovresti farlo.

In cosa consiste lo storytelling con il cane?

Si può definire come l’arte della narrazione, lo storytelling è ciò che fa la differenza in un contenuto e il modo in cui ciascuno di noi si distingue dagli altri. E lo facciamo raccontando le nostre storie che ci permettono di entrare in connessione con chi ci legge. Non lo sappiamo ma in questo modo creiamo legami e li nutriamo attraverso il racconto di quei valori che ci accomunano al nostro pubblico e in cui esso si riconosce, immedesimandosi nelle nostre situazioni, avventure ed emozioni.
In cosa consiste allora fare storytelling con il cane?
– raccontare la tua storia insieme a lui
– far vivere, o meglio condividere problemi, emozioni e valori che provi con il tuo pubblico
– creare connessioni e legami
Ecco dunque le 5 ragioni per cui dovresti usare lo storytelling nei tuoi contenuti.

1 - La narrazione esiste da sempre

Lo storytelling è ovunque: partendo dalle gesta storiche narrate nell’Iliade e l’Odissea alle serie che ci lasciano con il fiato sospeso come il Trono di Spade, da sempre l’uomo racconta storie. Hai mai pensato a ciò che accomuna quelle storie affascinanti e al motivo per cui finiamo per entrare in esse? Ecco, ci sono regole da seguire ed una struttura che si ripete per renderle così irresistibili:
– un’ambientazione, uno scenario iniziale
– un protagonista
– un ostacolo
– la svolta
Ma torniamo ai nostri amici a 4 zampe, cominci ad intuire quanto lo storytelling sia applicabile alle storie che riguardano loro?
il potere del racconto: eroe ed ostacolo nello storytelling

2 - Il grande valore che ci accomuna

L’amore per i cani è trasversale ed estremamente condivisibile. La nostra vita quotidiana insieme a loro è costellata di piccole avventure, problemi, gioie ed emozioni che ci accomunano. Il punto è proprio quello di narrarle per far sì che chi ci segue si possa immedesimare, sentire coinvolto e ancora di più potrebbe essere apprezzato il racconto di come hai superato tu un determinato problema, andando in questo modo a soddisfare un bisogno del tuo pubblico. 

3 - Trasforma il tuo cane nel tuo "eroe"

E qui non c’è niente che posso dirti perché penso che sia la cosa più naturale in assoluto pensare al proprio cane come un eroe 😉 E se c’è un eroe ci deve essere pure un antagonista o una circostanza avversa contro cui avete combattuto insieme.
–> Pensa a quante cose impari con lui o quante ne hai dovute superare e prova a legarle al senso della tua pagina o del tuo profilo.
–> Racconta del percorso che avete intrapreso insieme o se il tuo cane è stato la tua ispirazione
–> racconta di com’è stato il processo, delle persone che hai incontrato, della trasformazione che hai vissuto
–> non dimenticarti di raccontare le emozioni che hai provato.

Tips

Scegli il protagonista del racconto in base alla tua proposta di valore. Puoi essere tu che ti fai aiutare dal tuo cane come nel mio caso oppure il protagonista è proprio il tuo cane se il profilo è incentrato su di lui e le sue avventure e allora sarai tu ad essere il co-protagonista.  
Racconta in modo semplice e chiaro sia i personaggi che le circostanze o gli avvenimenti.
Lascia intuire come andrà a finire e fai in modo che si capisca il senso che gli vuoi dare, che sia un insegnamento o una morale.
Inserisci lo storytelling nei tuoi contenuti come ad esempio una sequenza di storie o nella didascalia di un post fotografico per valorizzarlo ancora di più o per descrivere ciò in cui credi e i tuoi valori.
Segui le prossime puntate sulla mia pagina Instagram @mydoggymedia e scopri i consigli di Francesco Olimini, brand storyteller, su come impostare lo storytelling con il cane! 🙂